Raggi d’autunno [Appunti]

A me l’autunno è una stagione che fa allegria. Sarà la luce stupenda, ancora calda, che illumina la tavolozza della campagna. Sarà che ho il pallino dell’incompiuto, perché nasconde sempre il potenziale di un divenire, perché è metamorfosi o trasformazione.
Non riesco a essere mai troppo triste di fronte alla nebbia che sale sulla campagna e ammanta tutto come un plaid, oppure quando il sole brilla alto -neppure una nuvola in cielo-, ma non arrostisce più la pelle. L’orizzonte diventa chiaro, definiti i contorni delle torri e delle cupole sullo sfondo. E poi l’aria, sempre un po’ umida, profuma di olive mature e di mosto. Il primo freddo ti sveglia, ti costringe a coprirti (e a me piace vestire un po’ di più).

L’autunno è la stagione giusta per rinascere.

 

leaves-173829_1280

Advertisements

One thought on “Raggi d’autunno [Appunti]

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s