Piccoli momenti felici

Quando scendi nella stanza che hai tinto di fresco e vedi -col sole finalmente sorridente- che è venuta proprio bene;

quando rimonti il primo mobile (che non può che essere una libreria) in quello che sarà il tuo studio;

quando riprendi in mano la Lakewood acustica dopo secoli di silenzio, riesci ad accordarla e ti accorgi che le mani scorrono da sole a trovare gli accordi;

quando ti metti a cantare con tuo padre -ricordandoti ancora le parti in contro canto di Donna Lombarda e i gorgheggi su O Venezia- e anche se sono anni che non fate più musica insieme, le note ritornano dal diaframma;

quando pensi che con G. quello spettacolo lo scriverete davvero, divertendovi tantissimo;

quando passi la serata a giocare con un palloncino fatto a coniglio con la nipotina della tua migliore amica che è un piccolo terremoto d’allegria;

quando la Piccina ti guarda e ti dice “mi sentirò a casa”.

[É stata una settimana decisamente di malumore, brutte sorprese e cose spiacevoli, ma questa dolcezza me la voglio tenere stretta.]

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s