Libri e librerie (Ode al libro traslocato)

Stiamo traslocando.
No, non è esatto. Stiamo ristrutturando la nostra futura magione e traslocando. Il che significa riunire le cose che avevamo a Londra, portare su gli oggetti della Piccina e… traslocare due intere librerie, la mia e quella di mio padre (che al momento si trova nella futura casa mia e della Piccina).

Ne abbiamo approfittato per catalogare i miei libri, per selezionare eventuali (doppioni), dar via libri che voglio persino dimenticare di leggere e soprattutto riscoprire tanti volumi che avevo riposto in qualche angolo di memoria o stupirmi di certe assenze. Certi libri ti rimangono così impressi dentro che nemmeno ti ricordi di averli avuti in prestito, poco importa se in biblioteca, da tuo padre o da un’amica, che pensavi di averli con te, nella loro rassicurante fisicità (non leggete in questo l’ennesima noiosa invettiva contro gli e-book, sono una portatrice sana di ebook reader da quattro anni e ringrazio che così ho dovuto spostare solo sui 1300 volumi e non il triplo, ma la dimensione fisica al libro digitale manca per forza).

Poi ieri con mio padre abbiamo svuotato un quarto della sua libreria, quella coi suoi libri di insegnante e tutta la collezione dei libri di storia. Mi sono segnata almeno una cinquantina di libri che gli dovrò chiedere in prestito, a cominciare dalla sua sterminata collezione di memorialistica e studi sulla Resistenza. E anche se è un periodo di incertezza e, diciamola tutto, un po’ nero, il pensiero di aver tante pagine ancora da leggere, mi rende felice.

Advertisements

One thought on “Libri e librerie (Ode al libro traslocato)

  1. Pingback: La bellezza è bellezza… | Organt

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s