Vischio.

Quando voglio dare una forma al lutto, al dolore della perdita, penso al vischio, alla pania appiccicosa dei suoi frutti schiacciati che ti intrappola il cuore, come un fringuellino che abbia appena cominciato a volare. Ci si libera a fatica da questa colla naturale, lasciando una piuma qui, un po’ di muscolo là. Dolci cicatrici  e sale di ricordi.

 

 

(Ciao, Angela. Ti voglio bene).

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s