Piatti rotti

O meglio andati in frantumi. Non molti, uno solo, che si è rotto mentre lo stavo strofinando con la spugna, sotto l’acqua fredda.

Di solito uso l’acqua bollente perché tanto non mi accorgo della temperatura, ma stavolta avevo già l’acqua fredda accesa e non mi andava di aspettare.

Ho pensato che quel piatto che si rompe fra le mia mani esprimesse un po’ il mio amore, la rabbia che controllo con tanta perizia e con un lavoro continuo per tenermi a freno, per cercare le parole giuste. Credo nel dialogo, credo che la rabbia che urla e offende non serva a nulla, cerco di razionalizzare, forse passo anche per stupida o per ‘debole’. Preferisco l’ironia o il silenzio.

Poi ogni tanto mi sgretolo, magari in acqua fredda.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s