Corridoi

Gli ospedali inglesi sono meno caotici di quelli italiani (almeno di quelli che ho visitato io): non si sente volare una mosca nei reparti, nessuno cerca di attaccare bottone. Può far piacere o inquietare (io sto sulle mie, rientro nella prima categoria).

Ci sono cicatrici che dopo anni non guariscono e tirano ancora botte alla tua autostima: per me è ingrassare. Sono di nuovo su quel numero, 66, che avevo sette anni fa, prima che tutto cominciasse. Mi sembra siano passate due vite da allora; le due vite di un’altra me. Se non fosse per la malattia che devo tenere a bada e che forse è una conseguenza – o un simbolo- di quanto mi sia odiata ( di quanto una parte di me lo faccia ancora), potrei pensare che questa sia la vita di un’altra persona. Voglio illudermi che sarebbe più facile lasciarsi tutto alle spalle.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s