Altarini nascosti?

Ieri stavo mettendo a posto la mia cartella di scrittura (di solito non lo faccio mai, perché non mi piace prendere coscienza della mia grafomania).

Ho quattro romanzi nel cassetto, due che sto finendo di scrivere e un romanzo breve edito, del quale sono scaduti i diritti e al quale mi piacerebbe lavorare di nuovo.

Ho una collezione di racconti, alcuni buoni, altri decisamente meno, che andrebbero catalogati.

Soprattutto ho mezzo giga di poesie. L’ho detto, c’ho il vizio di scrivere versi. Tanti. Troppi. Ecco, quando vi dicono che con l’adolescenza si smette…è una colossale bugia, come quando vi convincono che l’acne passerà dopo i venticinque anni. Se tendi ai brufoli, ti accompagneranno tutta la vita.

C’è stato un periodo  (anni luce fa), nel quale a dispetto di tutto credevo un po’ di più in quello che scrivevo (beata incoscienza!) e ho vinto anche qualche concorso con i miei sgorbi; poi la vergogna (‘sei troppo grande per scrivere poesie!’) ha preso il sopravvento.

Vorrei rinascere onda marina, un’ochetta estiva, di quelle che fanno ridere i bambini piccoli, ma non danno noia a nessuno.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s