Di muri e cavalieri.

Veste sempre con cura, ma mai in modo vistoso o troppo elegante, il Cavaliere della Virtù. Non gli piace essere al centro dell’attenzione per il suo aspetto e magari se gli parli si imbarazza, diventa rosso o gli compare qualche tic. É un high-achiever, quel tipo di persona che non si ferma mai perché pretendo molto da se stessa. C’è chi sostiene che pretenda molto anche dagli altri, ma non credo sia vero. Di solito il Cavaliere della Virtù ha un narcisismo strano, dedito a correggere i propri errori perché non vuole correggere gli altri prima di essere puro egli stesso. Fa tante domande, questa razza strana di Cavaliere senza spada e senza corazza, questiona tutto, soprattutto se stesso. L’unica certezza sono i suoi principi perché ogni cavaliere porta con sè un codice di condotta che non abbandonerà mia; soprattutto crede -che illuso!- che ci sia un po’ di giustizia rimasta al mondo, magari piccola, magari sola. Crede che il lavoro onesto, oltre ad essere premio a se stesso, venga anche riconosciuto e premiato ogni tanto. A volte pensa pure di avere un po’ di talento, questo Signor Nessuno.

Oggi ha sbattuto contro l’ennesimo muro. Non che gli fosse sfuggito, sapeva benissimo che c’era, ma ha provato lo stesso a vedere se davvero facesse così male. Avrà il mal di testa per un po’, forse per un bel po’ e il sangue è colato sulla giacca. Eppure sono sicura che prima o poi si rimetterà in sella, pronto lancia in resta a schiantarsi contro un altro muro.

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s